Bosco del Quarelo

Il Bosco del Quarelo, raggiungibile da viale Sant’Agostino lungo via Ponte del Quarelo, è un bosco perturbano e si presenta come una vera e propria oasi dove passeggiare o andare a correre, lasciando l’auto o la bicicletta nel parcheggio illuminato e attrezzato con rastrelliere, panchine in legno e una tabella didattica con la mappa del luogo e le specie arboree presenti. Ci si può inoltrare nei percorsi battuti che costeggiano il bosco e raggiungono un piccolo laghetto, offrendo agli amanti delle passeggiate, del jogging e più in generale della natura un circuito di un paio di chilometri a due passi dalla città.

L’obiettivo principale del progetto del Bosco del Quarelo è di incrementare la qualità ambientale e territoriale, promuovendo l’impianto di boschi formati solo da specie autoctone tipiche, ricostituendo quegli ambiti che per secoli hanno caratterizzato la pianura veneta. Inoltre,  fornire aree naturali per la ricreazione e lo svago, contribuire alla sicurezza idraulica, depurare le acque in quanto sistemi filtro, mitigare l’inquinamento attraverso la riduzione dell’anidride carbonica, incrementare la biodiversità.

Questo bosco fa parte dell’Associazione Forestale di Pianura.

Area certificata FSC

La certificazione di Gestione Forestale responsabile assicura che una foresta o una piantagione forestale siano gestite nel rispetto di rigorosi standard ambientali sociali ed economici.

Racconti WOW

leggi gli ultimi articoli

Racconti WOW

leggi gli ultimi articoli

Misurare l’efficacia delle foreste nella mitigazione dell’inquinamento atmosferico: tu la conosci Arianna?

Bosco Sacile: dopo decenni l’antica foresta planiziale riapre al pubblico