Bosco San Marco

Sapevate che a Cessalto c’è il più grande bosco tipico della pianura padana sopravvissuto dall’antichità fino ai giorni nostri? Si tratta del Bosco Olmè, il fratellone maggiore del Bosco San Marco.

Anche se Olmè e San Marco hanno qualche millennio di età di differenza, sono comunque molto affezionati l’uno all’altro. Si dice che passino tutto il giorno a scambiarsi messaggi, giocando a una sorta di telefono senza fili con gli uccelli che popolano le loro chiome: il titolo di messaggero più veloce per ora è detenuto dallo Sparviere, mentre il messaggero più agile è sicuramente il Gufo Comune, che non sbaglia una manovra di atterraggio nemmeno nelle notti senza luna.

Lo so che vi state chiedendo cosa mai potranno dirsi due boschi: per scoprirlo non avete altra scelta che inoltrarvi nei loro meandri, appostarvi per avvistare questi o tanti altri uccelli, e ascoltare.

Questo bosco fa parte dell’Associazione Forestale di Pianura.

Area certificata FSC

La certificazione di Gestione Forestale responsabile assicura che una foresta o una piantagione forestale siano gestite nel rispetto di rigorosi standard ambientali sociali ed economici.

Racconti WOW

leggi gli ultimi articoli

Racconti WOW

leggi gli ultimi articoli

“Un albero, una ciaccona”: concerto treeticket di Mario Brunello e Stefano Mancuso ad Arte Sella

Turismo sostenibile: l’importanza della certificazione GSTC e la Valsugana