Emergenza api e insetti impollinatori - WOWnature
close

Nessun prodotto nel carrello.

api e impollinatori

Emergenza api e insetti impollinatori

Dopo anni di declino, le colonie di api mellifere sono raddoppiate. Ma le api mellifere non sono gli unici impollinatori! Farfalle, falene e altre specie sono fondamentali, e molte di queste sono a rischio.

Boom di api negli Stati Uniti

Dopo quasi vent’anni di declino, il numero di api negli Stati Uniti è cresciuto significativamente. Ma l’emergenza api è davvero rientrata? E in Europa, qual è la situazione degli impollinatori?

Nell’autunno del 2006, l’apicoltore americano Dave Hackenberg scoprì che molte delle sue api erano scomparse, un fenomeno che portò all’identificazione del Colony Collapse Disorder (CCD). Recentemente, il National Agricultural Statistics Service dell’USDA ha riportato un numero di colonie di api mellifere negli Stati Uniti pari a 3,8 milioni, più del doppio rispetto al 2006. È davvero una buona notizia? I dati vanno interpretati con cautela, considerando il contesto più ampio.

Stiamo salvando le api sbagliate?

Le api mellifere sono fondamentali per l’agricoltura e producono un valore economico tra 235 e 577 miliardi di dollari a livello mondiale, secondo la FAO. Negli Stati Uniti, incentivi fiscali hanno portato a un boom di alveari, ma è davvero un bene per la natura? Secondo l’entomologa Eliza Grames dell’Università di Binghamton, le api mellifere possono minacciare le 4.000 specie di api autoctone del Nord America, di cui circa il 40% è a rischio di estinzione. Oltre alle api, molti altri insetti, come farfalle, falene, scarafaggi e mosche, sono impollinatori vitali ma spesso trascurati.

La situazione degli impollinatori in Europa

Anche in Europa, gli impollinatori selvatici sono in forte diminuzione. Una specie su tre di api, farfalle e sirfidi è in declino, e una specie su dieci è minacciata di estinzione. Le cause principali includono l’uso del territorio per l’agricoltura e l’urbanizzazione, che degradano gli habitat naturali. L’agricoltura intensiva riduce la flora diversificata, essenziale per gli impollinatori, mentre pesticidi e inquinanti li colpiscono direttamente. Il cambiamento climatico e le specie esotiche invasive come la Vespa Velutina aggravano la situazione. Nel 2018, l’UE ha adottato la prima iniziativa a favore degli impollinatori per affrontare queste minacce.

Cosa stiamo facendo in Italia per gli Impollinatori?

WOWnature sta attuando diverse iniziative per aiutare gli impollinatori in Italia, creando e migliorando habitat ideali. Uno dei progetti chiave è al Parco dell’Adda Sud, dove stiamo piantando specie vegetali che forniscono nutrimento e rifugio agli impollinatori. Stiamo anche creando un corridoio ecologico per le api e installando stazioni di monitoraggio ambientale per analizzare il miele prodotto, in collaborazione con l’Università di Milano. Infine, stiamo posizionando casette per pipistrelli, che contribuiscono anch’essi all’impollinazione.

CONDIVIDI

Entra nel mondo di WOWnature

Iscriviti alla nostra newsletter per immergerti nella forestasi, imparare dalla natura e restare aggiornato sulla nostra iniziativa!

PRIVACY POLICY

I dati personali raccolti dal presente modulo sono trattati da Etifor srl nel rispetto del GDPR e verranno conservati esclusivamente ai fini dell’iniziativa WOWnature. I dati non verranno ceduti a terze parti e gli iscritti potranno esercitare i diritti di cui agli artt. da 15 a 22 del Regolamento UE 679/2016, ove applicabili, mediante una comunicazione mail a privacy@etifor.com o cliccando sulla voce relativa alla cancellazione dal database contenuta i tutte le newsletter.