Pineta di Vallevecchia

Estese pinete, lagune, dune e campi coltivati: è l’oasi naturalistica di Vallevecchia, ubicata tra le due note località turistico-balneari di Caorle e Bibione, in provincia di Venezia.

Per chi ancora non la conosce, Vallevecchia è un’area di straordinaria valenza naturalistico-ambientale – gestito da Veneto Agricoltura – uno dei maggiori sistemi dunali litoranei del Veneto e ultimo tratto di litorale non urbanizzato dell’Alto Adriatico. L’isola si estende su circa 900 ettari, di cui oltre la metà utilizzati per produzioni sperimentali e a basso impatto ambientale. Circa 150 ettari sono invece costituiti da arenile sabbioso, boschi planiziali, pineta litoranea e zone umide di nuova formazione.

Vallevecchia è uno dei pochi luoghi dove è ancora possibile osservare la flora e la fauna tipiche dei litorali sabbiosi, ed è punto di riferimento per gli amanti del birdwatching e per tutti coloro che cercano una vacanza diversa da quelle proposte dai vicini centri balneari. In bicicletta, a cavallo o a piedi, l’isola è semplicemente sorprendente, un angolo di paradiso che l’Unione Europea ha riconosciuto quale Zona di Protezione Speciale e Sito di Importanza Comunitaria. E dove a regnare sono i suoni della natura e le molteplici specie animali e vegetali che abitano la pineta, le zone umide e l’arenile.

Dal 2008 Vallevecchia è ancora più ricca grazie al Museo Ambientale (MAV), struttura in cui sono documentati la storia e le importanti valenze naturalistiche del sito (con oltre 250 specie di uccelli ValleVecchia è una delle aree italiane più importanti per l’avifauna). Ma il MAV è destinato a diventare soprattutto un centro polifunzionale dedicato all’ambiente e alla cultura locale.Nei tre piani dell’immobile vengono trattati gli aspetti storici, naturalistici, gestionali e produttivi dell’area di Vallevecchia e della Laguna di Caorle.

Area certificata FSC

La certificazione di Gestione Forestale responsabile assicura che una foresta o una piantagione forestale siano gestite nel rispetto di rigorosi standard ambientali sociali ed economici.

Racconti WOW

leggi gli ultimi articoli

Racconti WOW

leggi gli ultimi articoli

La piantata padana ed un paesaggio che non c’é più: breve racconto sui “mariti” della vite

Bicicletta e covid19: come sta cambiando la mobilità urbana nelle città?