Cosa sono i boschi cittadini e a cosa servono

Le aree verdi più o meno piccole aiutano a ridurre l’inquinamento atmosferico e a contenere le temperature estive, oltre a diventare rifugio per decine di specie animali. Un tesoro da proteggere e far crescere.

0

Le aree urbane saranno sempre più popolate in futuro. Si stima infatti che quasi il 70 per cento della popolazione mondiale vivrà nelle città entro il 2050.

Una vera sfida che l’umanità dovrà affrontare per fornire non solo i servizi essenziali, come acqua e cibo, ma anche luoghi salubri dove vivere: alberi e boschi cittadini potranno essere la risposta per ridurre l’inquinamento atmosferico, contenere le temperature estive e migliorare il benessere di chi vive in città.

I boschi cittadini, per città più vivibili

I boschi cittadini, o foreste urbane, possono essere definite come un sistema ecologico che comprende i gruppi di alberi e i singoli alberi situati nelle aree urbane e peri-urbane; includono, quindi, i boschi, gli alberi che costeggiano le strade, quelli nei parchi e giardini e quelli che crescono in angoli abbandonati.

Le foreste urbane sono quindi la spina dorsale delle città e hanno un ruolo fondamentale per lo sviluppo sostenibile delle aree urbane (Guidelines on Urban and Peri-urban Forestry, Fao).

Gli alberi in città infatti migliorano la qualità dell’aria, perché hanno un’azione filtrante degli inquinanti atmosferici. Numerosi studi ne hanno dimostrato l’efficacia in base alla specie e alla grandezza della chioma. Quello che emerge da questi lavori è che, tra le specie arboree che più spesso ci capita di incontrare nelle nostre città o nei loro dintorni, sono particolarmente performanti alcune specie di cipresso, pino, platano, frassino, acero, salice, olmo, tiglio, tasso.

Boschi cittadini alleati del clima

Non solo, i boschi cittadini sono il miglior alleato per la mitigazione dei cambiamenti climatici: piantare 100 milioni di alberi nelle città nei prossimi 50 anni potrebbe infatti permettere di stoccare oltre 357 miliardi di tonnellate di CO2. Mentre una corretta progettazione e gestione degli alberi in città può ridurre la temperatura atmosferica dai 2°C agli 8°C.

Ma non ci sono solo gli aspetti ambientali da tenere in considerazione. Si stima infatti che per ogni dollaro investito sugli alberi c’è un ritorno economico di 2,70 dollari in benefici per la comunità. Mentre in uno studio simile redatto nel Regno Unito si stima che ogni sterlina spesa per mettere a dimora un nuovo albero possa generare un risparmio economico sette volte superiore per l’intera comunità.

Ecco perché noi di WOWnature vogliamo far crescere quanti più alberi possibile nella vostra città, ovviamente col vostro aiuto!