close

Nessun prodotto nel carrello.

Bagolaro

  • I più determinati
  • I più trendy

Il bagolaro è un albero grande, alto e slanciato dalla chioma quasi perfettamente tondeggiante. Conosciuto anche come buzzaraco, caccamo, falsarago, fausaracio, fraggiracolo, lodogno, mugniacio, romiglia o spaccasassi… questi soprannomi ci ricordano i suoi punti di forza: resistenza (anche all’inquinamento urbano), tenacia (le sue radici arrivano ovunque) e lunga durata.

Nome scientifico: Celtis australis
Nome comune: Bagolaro

Cresce in boschi di latifoglie e in cespugli dal Mediterraneo fino alle Alpi meridionali e all’Asia minore. Apprezzato come albero per decorare le strade. Le sue foglie, lunghe dai 5 ai 12 cm hanno una punta lunga. La pagina superiore è ricoperta di peluria corta e ispida. È un albero a crescita lenta, molto longevo, che può diventare plurisecolare in condizioni ottimali. Grazie alle sue forti radici, se la cava anche in terreni carsici e sassosi, asciutti.

Secondo una leggenda popolare fu Lucifero, mentre cadeva dal Paradiso, a portare il bagolaro sulla terra e pare che ne stringesse un ramo con una presa forte durante la discesa. Avendo le foglie dell’arbusto ben piantate sugli artigli, si dice che, queste abbiano sentito il carico d’odio e la maligna disobbedienza di Lucifero, e che quindi abbiano preso la forma dei suoi artigli.

I frutti dal sapore dolciastro sono utilizzati per la preparazione di dolci specialmente in Alto Adige. Legno duro ed elastico è adatto alla costruzione di canne da pesca, fruste, strumenti musicali.

( da 32,00  )

Caratteristiche che lo rendono unico

7,00 Kg
di CO2 catturata in un anno

25 metri

altezza raggiungibile

120 anni

aspettativa di vita massima

Foreste in cui puoi far crescere il tuo Bagolaro, adottandolo o regalandolo.

Parco dell’Amicizia
Italia
Tezze sul Brenta (VI)
Parco Fiume Brenta
Italia
Carmignano di Brenta (PD)