3 miliardi di alberi entro il 2030: WOWnature partecipa alla nuova strategia UE

Come annunciato dal Green Deal Europeo la Comunità Europea ha adottato di recente la nuova strategia forestale dell’UE al 2030: piantare 3 miliardi di alberi aggiuntivi entro il 2030, con l’obiettivo di migliorare la quantità e la qualità delle nostre foreste, mitigando gli effetti dei cambiamenti climatici e contrastando la perdita di biodiversità. Anche noi di WOWnature partecipiamo all’iniziativa con numerosi progetti di impianto in Europa.

Three Billion Trees entro il 2030: la strategia per la biodiversità dell’Unione Europea

Con questa nuova strategia l’UE si impegna a piantare 3 miliardi di alberi supplementari entro il 2030 con l’obiettivo di incrementare la superficie forestale, la resilienza delle foreste e la loro funzione di invertire la perdita di biodiversità, mitigando gli effetti della crisi climatica e aiutando, al contempo, le popolazioni ad adattarsi ai cambiamenti climatici.

L’impianto di almeno 3 miliardi di alberi supplementari nell’UE entro il 2030 deve avvenire all’insegna dei principi ecologici; gli alberi andranno ad aggiungersi a quelli che sarebbero piantati in ogni caso. La Commissione Europea agevolerà, incoraggerà e sorveglierà il processo, conteggiando gli alberi piantati: tutti i cittadini europei avranno la possibilità di seguire e tenere traccia della messa a dimora degli alberi attraverso questa piattaforma web ed una mappa online interattiva con un contatore integrato – chiamato “Map-My-Tree” – e sviluppato dalla Commissione Europea insieme all’Agenzia Europea dell’Ambiente.

Alcuni principi base da rispettare nell’impianto di alberi

Piantare e coltivare l’albero giusto, al posto giusto e al giusto scopo: l’Unione Europea è stata molto chiara sui criteri da adottare per l’impianto dei nuovi alberi e per farlo sarà necessaria una pianificazione e un monitoraggio a lungo termine. Nel concreto, verrà piantato un mix ottimale di specie, non solo nelle foreste ma anche nelle aree urbane, agricole e agroforestali: non si devono quindi piantare alberi nelle zone ad alto valore naturalistico, come torbiere, zone umide e praterie.

Un dettaglio molto importante che vogliamo condividere con voi è questo: l’impianto di nuovi alberi non deve costituire un’alternativa alla salvaguardia degli alberi e delle foreste esistenti, che resta la priorità assoluta, ma uno sforzo aggiuntivo per aumentare la copertura arborea all’interno dell’Unione Europea. Altro dettaglio di fondamentale importanza è che non sarà la Commissione Europea a piantare gli alberi ma tutte le realtà che attualmente si stanno impegnando per riforestare le aree naturali: proprio come sta facendo WOWnature grazie a cittadini e aziende che adottano nelle nostre foreste.

Vuoi contribuire anche tu alla campagna “Three Billion Trees entro il 2030” adottando un albero? Abbiamo moltissimi progetti di riforestazione attivi: scegli la foresta che vuoi crescere e proteggere.