Come stanno le vostre piantine in Val di Fiemme?

In molti ci avete chiesto “ma come stanno le nostre piantine che abbiamo piantato in Val di Fiemme? Ci date aggiornamenti?”. Detto, fatto. Abbiamo inviato il nostro Jacopo in missione dove, con la Magnifica Comunità della Val di Fiemme, ha controllato e verificato lo stato di salute delle vostre piantine.

La neve in Val di Fiemme fa bene alle vostre piantine

Le vostre piantine non stanno bene: stanno benissimo.
A due anni dall’impianto possiamo constatare come l’inverno non abbia creato problemi alle piantine che hanno resistito molto bene anche a causa della neve di quest’inverno, nonostante ne sia caduta poca, molto meno dell’anno scorso.

Ma perché la neve fa bene alle piantine? La neve riveste un’importanza fondamentale per l’idratazione e la fertilità del suolo stesso. Se si assiste ad un inverno freddo e secco, con la mancanza quasi totale di precipitazioni sia piovose che nevose, la parte superficiale del terreno spesso congela e si indurisce notevolmente; addirittura nei luoghi esposti a nord il suolo può rimanere congelato per parecchio tempo e anche nelle ore centrali della giornata.

La presenza della coltre nevosa si comporta come una coperta e non consente alla temperatura del terreno in questione di scendere al di sotto dello zero: infatti la temperatura sotto la coltre è decisamente più mite che al di sopra, permettendo anche di mantenerla costante per tutto il periodo in cui il terreno viene ricoperto. In seguito, con l’aumento delle temperature, lo scioglimento della neve determina una penetrazione dell’acqua anche in profondità, idratando il terreno e consentendo un buon sviluppo delle nostre piante.

Il nostro monitoraggio continuerà nel corso degli anni e vi terremo aggiornati sulla crescita delle vostre piantine.

Vuoi supportare anche tu il progetto di riforestazione in Val di Fiemme?