Bioclima: una chiamata alle aziende per salvare 16 ecosistemi e 22 specie in Lombardia

Bioclima è un’iniziativa che rappresenta la più grande partnership tra pubblico e privato nell’Unione Europea per la conservazione della biodiversità e la valorizzazione dei servizi ecosistemici delle foreste in Lombardia.

Bioclima: gli obiettivi del bando “biodiversità e clima”

L’obiettivo del bando “Biodiversità e Clima” (BioClima) lanciato da Regione Lombardia è quello di potenziare e ripristinare 16 habitat lombardi, di cui cinque a rischio scomparsa, salvaguardando la sopravvivenza di 22 specie animali e vegetali autoctone. Si tratta di un progetto molto importante per la tutela delle foreste e della biodiversità all’interno della Regione Lombardia che, con lo stanziamento di 3,5 milioni di euro, ha messo in piedi una formula innovativa in cui enti pubblici e privati vengono coinvolti direttamente in progetti di conservazione della biodiversità, di contrasto e adattamento nel tempo al cambiamento climatico e di valorizzazione dei servizi ecosistemici.

Pensate che il territorio lombardo conta qualcosa come 246 siti Natura 2000, ovvero aree protette alpine o di pianura che fanno parte di un’ampia rete europea; tuttavia, guardando alcuni dati sullo stato di conservazione degli habitat, scopriamo che il 41% di quelli nell’area alpina si trova in uno stato favorevole, mentre in pianura solo il 10%. Agenti inquinanti, gestione selvicolturale non sostenibile, abbandono delle colture ma soprattutto l’effetto della crisi climatica e l’introduzione di specie esotiche stanno minacciando delicati ecosistemi come aree umide, habitat di alta quota, pascoli, boschi e foreste.

A chi è destinato il bando Bioclima?

Il bando, rivolto agli enti gestori di foreste e aree protette dei siti Natura 2000 e alle Amministrazioni pubbliche in generale, prevede la candidatura di progetti co-finanziati per almeno il 30%.

Agli enti interessati viene messo a disposizione un servizio di assistenza tecnica, erogato grazie a Fondazione Cariplo dallo spin-off dell’Università di Padova Etifor, per supportare nella progettazione degli interventi legati alla misurazione, verifica indipendente e valorizzazione dei servizi ecosistemici e nell’attività di reperimento del co-finanziamento. I partner privati attraverso il co-finanziamento potranno contribuire a generare impatti positivi per il territorio e per i cittadini.

I progetti, candidabili fino al 3 maggio 2022, dovranno quindi: contribuire alla creazione di nuove foreste di pianura e al miglioramento di quelle esistenti, in linea anche con gli obiettivi europei di riduzione delle emissioni di gas serra di almeno il 55% entro il 2030, ampliare la superficie di habitat utili alla conservazione della biodiversità e le infrastrutture verdi, in linea con la Strategia Europea sulla Biodiversità per il 2030, e aumentare nel contempo l’erogazione dei servizi ecosistemici e la loro valorizzazione economica rendendo più resilienti gli habitat e le comunità umane.

Sei un’azienda o un gestore interessato al bando Bioclima?
Clicca su uno dei pulsanti sotto per avere più informazioni.