Levico Acque

“Così, con un gesto devoto, bere l’acqua nel cavo delle mani o direttamente alla sorgente, fa sì che penetri in noi il sale più segreto della terra e la pioggia del cielo” [Marguerite Yourcenar]

Sono questi gesti – semplici, puri e leggeri – che Levico porta da sempre nelle nostre case. Ed è proprio per questo che quando bevi l’acqua Levico ti sembra quasi di essere lì, circondato dalle alte montagne e dai boschi del Trentino, cullato dal canto degli uccelli e dal profumo dei fiori, mentre il ruscello cristallino ti scorre tranquillo accanto, creando giochi di suoni, colori e riflessi…

Ma la purezza, si sa, è delicata, e c’è solo un modo perché si mantenga intatta: bisogna prendersene cura, rispettando l’ambiente e il territorio come solo chi ci vive da generazioni sa fare. Per questo, Levico si impegna da più di tre secoli nel raccogliere e distribuire l’acqua con grande delicatezza, con un tocco “leggero”, minimizzando l’impatto ambientale dei processi. Perciò Levico fa uso da sempre solamente di vetro a rendere, che permette di utilizzare meno risorse ed evita la produzione di rifiuti di plastica.

Da oggi, inoltre, Levico concretizza il proprio impegno per un territorio migliore e più salutare attuando interventi che, proprio come l’acqua del fiume, vanno dalla montagna al mare: in alta quota, recuperando le Foreste del Brennero e di Arte Sella, danneggiate dalla Tempesta Vaia; in pianura, lungo il fiume Brenta, con la creazione di nuove foreste urbane nella città di Padova con il progetto PadovaO2; e infine al mare, nella laguna in provincia di Venezia con il progetto Blue Valley, diventando così carbon positive.

Attività in corso