La vita in armonia con la natura è plastic-free

Ti piacciono le sfide toste? Il Plastic Free July® è una di queste. Si tratta di un movimento globale che aiuta milioni di persone a partecipare alla soluzione dell’inquinamento da plastica, per avere strade, oceani e comunità più pulite. Noi ci aggiungiamo pure le foreste, che senza plastica sono sicuramente più belle.

Ogni italiano produce mediamente 500 kg di rifiuti all’anno, pari a 10.000 bottigliette di plastica (ISPRA – Rapporto rifiuti urbani 2021). Di questa somma, la plastica pesa quasi 60 kg sul totale, assicurandoci un posto nella top 10 mondiale per consumo di plastica pro-capite. Insomma, non sembra un dato di cui andare fieri, specialmente sapendo che più di mezzo milione di tonnellate di plastica viene dispersa nell’ambiente ogni anno.

Per questo motivo ecco 5 oggetti plastic-free da portare con te durante le tue uscite nei boschi:

  • Borraccia (termica)

La nostra migliore amica. La borraccia in acciaio inossidabile, che mantiene le nostre bevande fredde d’estate e calde in inverno, è indispensabile per idratarsi durante le passeggiate in natura. Anche una versione in plastica rigida è un’ottima alternativa alle bottiglie usa e getta. In assenza di una fontanella dove ricaricarla, possiamo chiedere di riempirla in bar e punti ristoro. Sai quanto impiega a degradarsi se dispersa nell’ambiente? 450 anni. 

  • Posate e contenitori riutilizzabili

Che escursione sarebbe senza una pausa golosa? Suggeriamo di goderti il tuo pasto nel verde mettendolo in un contenitore rigido e riutilizzabile, una schiscetta insomma. Lo stesso vale per le posate, di plastica rigida, legno, o di acciaio, comode da portarsi dietro in un astuccio di stoffa. Non ci sarà più bisogno di comprare posate usa e getta di continuo, perché avrai sempre le tue a disposizione. 

  • Bee-wrap

Sempre a tema merende, se fosse necessario avvolgere qualcosa nelle pellicola trasparente o in un foglio d’alluminio, c’è una soluzione davvero innovativa: i bee wraps, dei fogli di cotone imbevuti nella cera d’api. Grazie alla cera diventano impermeabili, modellabili e addirittura lavabili. I fogli cerati durano circa un anno, al termine della quale si possono “ricaricare” imbevendoli nuovamente nella cera edibile. In alternativa, li puoi spezzettare e gettare nel compost.

  • Busta ermetica in silicone 

Ci siamo abituati a utilizzare sacchettini di plastica dalla chiusura a cerniera, senza pensare che prima o poi andranno buttati. Una valida alternativa può essere una La busta in silicone riutilizzabile, con chiusura ermetica. Super versatile, può contenere snack e pasti, o anche per cucinare! Infatti è adatta al microonde e al freezer. Dopo ogni utilizzo, si lava a mano o in lavastoviglie. Come se non bastasse, serve a riporre prodotti per la cura della persona quando siamo fuori casa. 

  • Fazzoletti di stoffa 

Che siano per soffiarsi il naso o tamponare il sudore in una giornata calda, avere dei fazzoletti con sé è sempre necessario. Peccato che siano sempre racchiusi in un involucro di plastica! La soluzione è munirsi di fazzoletti riutilizzabili in cotone (magari biologico) racchiusi in una custodia riutilizzabile e lavabile in silicone. La bellezza di queste custodie sta nel piccolo separatore, che ti consente di riporre i fazzoletti sporchi separati da quelli puliti. 

Sappiamo che ami la natura e non faresti mai nulla per danneggiarla, quindi ti chiediamo di andare oltre. Le tue uscite e i tuoi eventi non dovrebbero lasciare tracce, ma cosa ne pensi di arricchirla ancora di più?