Il sentiero Don Cesare Refatti in Val di Sella

Un viaggio alla scoperta del sentiero rinato grazie alla ditta Luigi Dal Trozzo

Hai già pensato in quale foresta ti immergerai quando sarà finita la quarantena? No?

Allora prepara gli scarponi, perché vogliamo proporti una passeggiata nei boschi della Val di Sella, lungo il sentiero Don Cesare Refatti, e vogliamo portarti qui per due motivi:

  • Primo, perché dopo tutti questi giorni di quarantena e di clausura forzata abbiamo un gran bisogno di scaricare lo stress e fare un po’ di movimento: il sentiero Don Cesare è proprio quello che ci vuole per ripartire, con i suoi 6 chilometri che si snodano nel paesaggio pittoresco della valle, tra alberi, rocce e le limpide e gorgoglianti acque del torrente Moggio.
  • Secondo, perché vorremmo che foste proprio voi, amici della community di WOWnature, quando il sentiero verrà dichiarato percorribile dal Comune, a inaugurare quei tratti (che erano franati a causa delle forti piogge) che abbiamo appena finito di sistemare grazie al supporto della Ditta Luigi Dal Trozzo: un’azienda che ama la Val di Sella, terra natìa del fondatore, e contribuisce attivamente a trasformarla in un luogo dove uomo e natura possano vivere in armonia.

La scorsa settimana, grazie a un’emozionante consegna in elicottero, gli operai sono riusciti a ricevere il materiale per poter procedere con la sistemazione del sentiero. È stata infatti installata la passerella in legno che avevamo ordinato e che ha permesso di ripristinare il sentiero nei punti che erano franati.

Questo sentiero un tempo serviva a Don Cesare Refatti, noto prete e alpinista locale, per andare dal piccolo paese di Olle fino alla Val di Sella e celebrare la messa. Vuoi scoprire di più sul sentiero e la sua storia? Visita la pagina dedicata nel sito VisitValsugana.it 

Quando il Comune lo dichiarerà percorribile potremo ritornare a percorrerlo immergendoci tra gli alberi e ritrovando quel senso di benessere che solo la natura ci sa dare. 

Intanto ringraziamo di cuore chi ha sostenuto questa bella iniziativa!

Guarda le foto degli interventi.

Guarda le foto dell’area prima degli interventi.