Bosco Cinque Querce

DESCRIZIONE DELL'AREA

Situato al limite nord-est del territorio del Comune di Siena il Bosco Cinque Querce è un bosco antico e rinomato, come testimonia Emanuele Repetti nel suo Dizionario Geografico Fisico Storico della Toscana ([…] talchè conserva costà il nome di bosco ai canonici una bellissima foresta vicina a Vico d’Arbia). Il bosco è delimitato a est dal fiume Arbia, reso celebre dal poeta Dante Alighieri nella descrizione della sanguinosa battaglia di Montaperti del 1260 dove i ghibellini senesi riuscirono a sconfiggere i guelfi fiorentini; è verosimile pensare, quindi, che il Bosco Cinque Querce sia stato un nascondiglio, un rifugio e un avamposto di contrattacco ideale per le truppe senesi in quei giorni di grande gloria per la città.

Di proprietà della famiglia Rugani-Bencini che lo ha acquistato nel 2020, il nome deriva dal fatto che nel bosco si trovano le cinque specie di quercia più conosciute e tipiche dei boschi senesi, tradizionalmente utilizzate come risorsa per l’economia del territorio: il Cerro, il Rovere, la Roverella, la Farnia e il Leccio

I proprietari hanno in cantiere un progetto ben preciso di valorizzazione del bosco e dei suoi servizi ecosistemici, con l’obiettivo di creare impatti positivi sia dal punto di vista ambientale che sociale: gestione sostenibile delle acque e sviluppo di un sistema sperimentale di fitodepurazione, interventi di risanamento strutturale, riduzione dell’erosione del suolo e aumento della biodiversità dell’area, pannelli e sentieristica per accogliere i visitatori, gli sportivi e gli amanti della natura. 

A partire dall’autunno del 2022, prenderà il via un progetto di riforestazione in un’ampia area del bosco – circa 6 -7 ettari – in abbandono rurale da circa 15 anni: al Bosco Cinque Querce nascerà una vera e propria food forest con alberi e arbusti da frutto, erbe medicinali e officinali, bacche e ortaggi utili sia all’uomo che alla fauna selvatica. L’obiettivo del progetto di rimboschimento è anche quello di offrire un ambiente ricreativo per svolgere attività sportive, escursionistiche e ludiche per tutti: l’intervento permetterà di valorizzare tutti i servizi ecosistemici del bosco e verrà gestito secondo i criteri FSC® di gestione sostenibile e responsabile affinché sia protetto, vissuto con rispetto, consapevolezza e valorizzato per consegnarlo intatto alle future generazioni.

PROSSIMI IMPIANTI

I prossimi impianti sono previsti per il mese di aprile del 2023.

Racconti WOW

leggi gli ultimi articoli

Racconti WOW

leggi gli ultimi articoli

Come stanno le vostre piantine in Val di Fiemme?

World Snow Day 2022. Che cosa si festeggia?