Forestasi®. Ecco come stare meglio grazie alle foreste.

Riconnettersi con la natura migliora il nostro benessere. Le foreste non solo ci forniscono cibo, acqua e aria, ma possono influenzare la nostra salute fisica e psicologica.

Se chiudete gli occhi e pensate a una foresta cosa vedete?  Una grande distesa verde, magari impenetrabile? O forse un bosco di montagna dove camminare tra intensi colori e profumi?

Poco importa. Ciò che avete appena immaginato vi ha trasmesso una sensazione di benessere. Potrebbe essere questa la definizione di Forèstasi® , un neologismo che abbiamo coniato proprio per descrivere la sensazione di estraniamento e di benessere che si ha quando ci riconettiamo con la natura.

C’è sempre meno natura nel nostro quotidiano, riporta la Forèstasi nella tua vita!

Oggi quasi la metà della popolazione vive in città o nei grossi centri urbani. Secondo le stime più recenti questo dato aumenterà fino al 68 per cento entro il 2050 (fonte Onu). Le proiezioni mostrano che l’urbanizzazione, il graduale spostamento della residenza della popolazione umana dalle aree rurali a quelle urbane, combinato con il la crescita della popolazione mondiale potrebbe aggiungere altri 2,5 miliardi di persone alle aree urbane entro il 2050, con circa il 90 per cento di questo aumento in atto in Asia e Africa. A pensarci bene sono numeri enormi.

Di pari passo però aumentano anche il malessere causato da molti fonti di stress, dalla presenza sempre più pressante della tecnologia, da lavori spesso ripetitivi e sedentari. Il fenomeno dei social media poi non fa che aumentare la pressione sociale, dove tutti gli aspetti della vita vengono edulcorati e dove “essere felici” è trending topic. Ma è davvero così?

Pensate solo ai numeri italiani. Secondo l’Istat soffrono di depressione 2,8 milioni di persone, mentre 1 su 7 donne over 80 soffre di demenza o Alzheimer, mentre dal 2017 al 2018 c’è stato un aumento del 6 per cento dell’uso di ansiolitici. (fonte: Agenzia Italiana del Farmaco). D’altro canto c’è ormai la convinzione nel mondo scientifico che alcuni ambienti abbiano la capacità di rigenerare le risorse mentali che consumiamo ogni giorno e ripristinare la capacità di concentrazione (Kaplan, 1995), mentre più in generale il contatto con la natura avrebbe un effetto immediato e sarebbe in grado di ridurre lo stress mentale.

Ecco perché abbiamo bisogno della Forèstasi e di riconnetterci con la natura

Secondo alcuni studi condotti recentemente il contatto con la foresta rilassa psicologicamente e aumenta i pensieri positivi, e ciò permette il rilassamento fisiologico con cui recuperiamo le risorse che spendiamo quotidianamente. Inoltre la condizione di rilassamento favorisce l’azione benefica dei terpeni e monoterpeni α pinene, β pinene, γ pinene, linalool, limonene) che hanno effetti anti batterici , analgesici , e aumentano l’attività del sistema immunitario (Fonte: Miyazaki et al., 2015; Song et al., 2016; Hansen et al., 2017; Dr.Quing Li ).

“Forest Therapy”, “Forest Bathing”, tutti termini che stanno iniziando a diventare di uso comune anche qui da noi. Si moltiplicano infatti le attività e le iniziative per immergersi direttamente nella natura e godere dei suoi benefici. Le persone tornano a vivere i bosco per fare attività all’aria aperta , praticare sport o scoprire vere e proprie mostre d’arte immerse nel verde.

Le potenzialità dell’ecosistema forestale e della Forèstasi

Ma Forèstasi significa anche dare un nuovo valore alle foreste, non solo quello legato alla produzione boschiva, ad esempio. I nuovi utilizzi delle foreste (detti “usi non produttivi”) stanno cambiando il nostro modo vivere i boschi che iniziano a essere considerato per quello che sono: una fonte di benefici sociali ed economici per persone e comunità.

Per questo motivo Etifor, lo spin-off dell’Università di Padova che ha dato vita anche a WOWnature, ha deciso di finanziare un progetto di ricerca per analizzare lo stato dell’arte creando un database completo delle iniziative forestali dedicate alla salute e al benessere; sviluppare un quadro di riferimento per la comprensione di queste attività che consenta di individuare i diversi modelli organizzativi e di business che determinano il successo di queste iniziative. E di valutare infine se si tratta di opportunità economiche sostenibili per il settore forestale, in modo da comprendere le più impellenti necessità politiche e di ricerca del settore.