Boschi della Valle del Ticino - Wownature
close

Nessun prodotto nel carrello.

Proteggi una foresta

Boschi della Valle del Ticino

Italia
Abbiategrasso (MI)

Proteggi Boschi della Valle del Ticino

minaccia attuale: Perdita di biodiversità

Più una foresta è ricca di specie diverse, tanto più sarà in grado di resistere alle minacce degli agenti esterni, produrre legname di qualità, offrire un ambiente accogliente alla fauna selvatica e a tutti coloro che vogliono godere dei servizi ecosistemici che la foresta offre.

0%

0

Supporter

Scegli il contributo

Base
18,00 €

Pari a 900 Kg di CO2

Intermedio
29,00 €

Pari a 1.450 Kg di CO2

Avanzato
89,00 €

Pari a 4.450 Kg di CO2

Massimo
250,00 €

Pari a 12.500 Kg di CO2

I Boschi della Valle del Ticino fanno parte di un’area riconosciuta dall’UNESCO come Riserva della Biosfera MAB (Man and Biosphere). La presenza di un variegato insieme di ecosistemi fa sì che nell’area protetta sia presente un patrimonio di biodiversità che non ha eguali in Pianura Padana. Sono per lo più boschi di latifoglie, costituiti in prevalenza da quercia, carpino, pioppo, salice e altre piante autoctone che fanno da casa a numerose specie animali. Durante un’escursione, se sarete fortunati potrete osservare volpi, donnole, tassi, puzzole e faine, ben 327 specie di uccelli, tra cui spiccano quelli acquatici come l’airone rosso, il martin pescatore o la moretta tabaccata. Negli ultimi anni, è ricomparso anche il lupo, che utilizza la Valle del Ticino per attraversare la pianura. Una varietà animale e vegetale di questo calibro va protetta con cura e attenzione. Per questo, abbiamo pianificato interventi di miglioramento forestale per rendere più resilienti i Boschi della Valle del Ticino. Andremo a eradicare le specie esotiche invasive, come il ciliegio tardivo, e a favorire la crescita di alberi autoctoni. Le zone umide sono fondamentali per la fauna selvatica, quindi ne realizzeremo una, corredata da siepi e arbusteti per migliorare la connettività ecologica di questo meraviglioso bosco. Sempre per tutelare gli animali dei boschi, metteremo in sicurezza di una linea elettrica ad alta tensione che attraversa la Valle di Lentate. Attualmente i cavi aerei costituiscono una minaccia per gli uccelli migratori. In più, gli amanti dell’avifauna potranno osservare tutte le specie presenti grazie a una nuova struttura per il birdwatching.

 

 

 

Questo progetto è co-finanziato dal Bando “Biodiversità e Clima” (BioClima) di Regione Lombardia e sostenuto da Fondazione Cariplo. Bioclima è un’iniziativa nata nel quadro del progetto LIFE GESTIRE 2020 che mira a creare modelli di finanziamento pubblico-privato per catalizzare gli investimenti in progetti di conservazione della biodiversità e adattamento al cambiamento climatico nelle foreste e aree protette lombarde.

La biodiversità di queste foreste è minacciata da specie invasive. Per riportare questi boschi al loro antico splendore, il progetto prevede di contrastare le specie esotiche e favorire la crescita di specie autoctone. Saranno anche realizzati siepi, filari e boschetti per diversificare alcune aree agricole e saranno create e riqualificate zone umide, habitat fondamentali per anfibi e uccelli, che potranno essere osservati da una nuova struttura per il birdwatching.

Partner che si prendono cura della foresta

Altre foreste da proteggere

Huong Son Nature
Vietnam
Tay Son Town
0 %
Completato
Parco delle Orobie Valtellinesi
Italia
Teglio (SO)
0 %
Completato
Bosco di Rincine – Colline toscane
Italia
Londa (FI)
0 %
Completato
Boschi del Fiume Po
Italia
Martignana di Po (CR)
0 %
Completato
Entra nel mondo di WOWnature

Iscriviti alla nostra newsletter per immergerti nella forestasi, imparare dalla natura e restare aggiornato sulla nostra iniziativa!

PRIVACY POLICY

I dati personali raccolti dal presente modulo sono trattati da Etifor srl nel rispetto del GDPR e verranno conservati esclusivamente ai fini dell’iniziativa WOWnature. I dati non verranno ceduti a terze parti e gli iscritti potranno esercitare i diritti di cui agli artt. da 15 a 22 del Regolamento UE 679/2016, ove applicabili, mediante una comunicazione mail a privacy@etifor.com o cliccando sulla voce relativa alla cancellazione dal database contenuta i tutte le newsletter.